Torna al blog

Progettare l’impermeabilizzazione degli interrati con il BIM

1'15''

Il settore delle costruzioni sta avanzando verso un mercato sempre più digitalizzato e industrializzato, spingendo le aziende alla ricerca di soluzioni al passo con i tempi e con la domanda.

Tutto l’indotto manifatturiero legato al mondo delle costruzioni, dalle macchine agli strumenti, dai materiali ai rivestimenti, nessuno escluso, è interessato da questo cambiamento.

L’edilizia, settore strategico, non può certo autoescludersi da un processo di trasformazione digitale oramai da tempo in atto.

Un’evoluzione che coinvolge tutti, le grandi società come le piccole realtà artigiane. 

Al termine di un decennio contraddistinto da profondi cambiamenti e ripetute crisi dei mercati immobiliari, l’industria delle costruzioni è chiamata a rivedere i propri modelli di business, sia a livello aziendale che di filiera.

La costruzione di un edificio produce un importantissimo capitale di dati finora ampiamente smarrito all’interno dei vari meandri tradizionali, così chiamiamoli, del processo edilizio.

Un bagaglio di informazioni utilissime che devono essere utilizzate per integrare le varie discipline specialistiche che concorrono alla progettazione dell’immobile.

Questo processo innovativo si concretizza con il BIM (Building Information Modeling): non uno strumento, non una semplice rappresentazione tridimensionale, bensì un processo.

Un processo che utilizza un modello dinamico di visualizzazione al cui interno è racchiusa una serie di informazioni in relazione tra loro.

Spesso, all’inizio del progetto, il progettista non è in possesso di tutti i dati necessari e alcune aziende evolute possono offrirgli i contenuti necessari per progettare fin dall’inizio l’intero intervento.

La Metodologia BIM

Questa grande, nonché utile, innovazione è possibile proprio utilizzando la metodologia BIM.

Nello specifico mettendo a disposizione degli utenti delle cosiddette librerie aziendali per i vari sistemi, ad esempio del comparto impermeabilizzanti.

Sarà così possibile facilitare la realizzazione del progetto, che non sarà più solo una mera rappresentazione grafica, ma si concretizzerà nell’unione di tutte le informazioni in essa contenute messe in relazione tra loro.

Il metodo BIM supporta la progettazione integrata e migliora la gestione e lo scambio di dati tra i diversi stakeholder durante le valutazioni del ciclo di vita del progetto.

Questa nuova concezione di progettare ha come logica di base la creazione di un modello BIM utilizzando strumenti di rappresentazione avanzati.

Il punto di partenza è costituito dalla tradizionale modellazione dell’oggetto direttamente in 3D, che si completa di una serie di caratteristiche e dati afferenti alle varie discipline richieste nella progettazione di un edificio.

Prodotti associati all'articolo

Amphibia 3000

AMPHIBIA 3000 è una membrana impermeabile in epdm, reattiva al contatto con l’acqua, autoriparante ed autosigillante.

Amphibia 3000 Grip

AMPHIBIA 3000 GRIP è una membrana impermeabile in epdm, reattiva al contatto con l’acqua, autoriparante, autosigillante e autoagganciante al calcestruzzo.

Gli altri articoli correlati

Progettazione

Il consumo di suolo è inarrestabile

E’ un dato di fatto, il consumo di suolo è inarrestabile e nemmeno lo stop imposto dalla pandemia è riuscito a fermarlo […]

1'30"
Progettazione

Stilata la graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento da 3,2 miliardi di euro

Sono 271 i progetti presentati da Regioni, Comuni e Città Metropolitane, ammessi al finanziamento del Programma nazionale […]

1'30"
Riqualificazione, Ispirazioni, Case History

A Marsaskala una villa ottocentesca diventa un boutique hotel

Recente intervento d’impermeabilizzazione e risanamento di una costruzione che fa parte dei più antichi insediamenti del “Villaggio di Marsaskala” nel Sud di Malta […]

1'15"
Ispirazioni

Shaaran Resort, un resort nella pietra

Il nuovo concetto di design di Jean Nouvel rivela una nuova era dell’architettura: un resort di “prima classe”, il primo al mondo, costruito sulle montagne della Riserva Naturale Sharaan ad Al-Ula. […]

1'
Ispirazioni

L’incredibile Montreal sotterranea

Una rete di tunnel sotterranei di 3,6 milioni di metri quadrati di superficie con oltre 155 porte, 1.615 alloggi e 10.000 parcheggi coperti a due passi dalle gallerie […]

1'
Contattaci su WhatsApp Contattaci via CHAT Chiedi una consulenza