Torna al blog

Riqualificare un seminterrato con altezze limitate

1'50''

Altezze limitate ambiente magazzino

Situazione di cantiere

Ristrutturazione e ampliamento  di una casa degli anni ’70, situata in prossimità del centro di San Donà di Piave (VE), che presentava problemi di infiltrazioni e umidità nell’ambiente seminterrato.

Realizzato con strutture miste di laterizio e cemento armato, il locale adibito a magazzino/cantina presentava inoltre un’altra problematica: quella delle altezze limitate (circa 190 cm).

Obiettivo

L’obiettivo dell’intervento è stato quello di rendere fruibili i locali risolvendo le problematiche di infiltrazioni, che si generavano in corrispondenza delle riprese di getto situate tra la pavimentazione, composta da un’esile struttura in c.a. di circa 10 cm di spessore, e il cordolo in cemento armato perimetrale che presentava dei vespai interni.

Nello stesso tempo, l’esigenza imprescindibile era rappresentata dall’impossibilità di diminuire, se non di poco, l’altezza utile già di per sé ridotta (inferiore ai 2 metri) intervenendo quindi senza ricorrere alla demolizione della struttura esistente e scavare ulteriormente.

Era perciò necessario individuare, non senza fatica, delle soluzioni che si potessero adattare a strutture snelle e collaboranti con quelle esistenti al fine di ridurre al minimo gli spessori e di conseguenza i getti di cemento armato.

Soluzione e intervento

Si è optato per una soluzione che prevedeva l’utilizzo in orizzontale, e direttamente sopra la pavimentazione esistente, di una membrana altamente impermeabile, auto riparante e auto sigillante reattiva al contatto con l’acqua.

Composta da un manto polimerico multistrato a funzionalità differenziata questa barriera crea una tripla protezione per un intervento di impermeabilizzazione a tenuta stagna.

Essendo il dado di fondazione a vista è stata richiesta una particolare attenzione nel dare continuità tra l’impermeabilizzazione orizzontale pre-getto e il dado stesso che ha richiesto un preventivo trattamento di ripristino e impermeabilizzazione, considerate le problematiche di degrado che l’avevano coinvolto.

L’impermeabilizzazione verticale è stata effettuata attraverso l’applicazione di un intonaco impermeabile fibro-rinforzato a spessore armato con rete sintetica tassellata al supporto, seguita, per concludere, da un intervento con un rivestimento a elevata deformabilità per l’impermeabilizzazione definitiva delle murature.

La continuità tra le diverse tecnologie (sintetica prefinita e rivestimento elastico steso a rullo), più precisamente nello spiccato tra orizzontale e verticale, ha visto l’impiego del waterstop idroespansivo chiodato alla base del rivestimento stesso.

Tutte le discontinuità e irregolarità del supporto, condizioni normali in queste situazioni di riqualificazione, sono state compensate attraverso l’utilizzo di mastici idro-espansivi in grado di saturare e compensare tali lacune.

Il Particolare

La formazione della nuova platea armata, a conclusione dell’intervento, ha reso indispensabile, per limitarne lo spessore, il preventivo fissaggio perimetrale al sottostante getto di connettori metallici, fissati e sigillati per renderli impermeabili rappresentando dei corpi passanti tra la membrana impermeabilizzante e il rivestimento elastico delle pareti.

 

Conclusione dei lavori

L’intero ciclo è terminato con la posa della pavimentazione a diretto contatto con la platea elicotterata e con la finitura pittorica delle murature.

Prodotti associati all'articolo

Amphibia 3000

AMPHIBIA 3000 è una membrana impermeabile in epdm, reattiva al contatto con l’acqua, autoriparante ed autosigillante.

Amphibia 3000 Grip

AMPHIBIA 3000 GRIP è una membrana impermeabile in epdm, reattiva al contatto con l’acqua, autoriparante, autosigillante e autoagganciante al calcestruzzo.

Wt 102

Cordolo bentonitico idroespandente.

Akti-Vo 201

Mastice idroespansivo di gomma sintetica.

Gli altri articoli correlati

Progettazione

Il consumo di suolo è inarrestabile

E’ un dato di fatto, il consumo di suolo è inarrestabile e nemmeno lo stop imposto dalla pandemia è riuscito a fermarlo […]

1'30"
Progettazione

Stilata la graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento da 3,2 miliardi di euro

Sono 271 i progetti presentati da Regioni, Comuni e Città Metropolitane, ammessi al finanziamento del Programma nazionale […]

1'30"
Riqualificazione, Ispirazioni, Case History

A Marsaskala una villa ottocentesca diventa un boutique hotel

Recente intervento d’impermeabilizzazione e risanamento di una costruzione che fa parte dei più antichi insediamenti del “Villaggio di Marsaskala” nel Sud di Malta […]

1'15"
Riqualificazione, Normative

Prende il via il progetto di rigenerazione urbana

Stanziati 8,5 miliardi di euro per migliorare la qualità del decoro urbano, per ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale nei nostri comuni […]

1'30"
Ispirazioni

Shaaran Resort, un resort nella pietra

Il nuovo concetto di design di Jean Nouvel rivela una nuova era dell’architettura: un resort di “prima classe”, il primo al mondo, costruito sulle montagne della Riserva Naturale Sharaan ad Al-Ula. […]

1'
Contattaci su WhatsApp Contattaci via CHAT Chiedi una consulenza